14 Ott 2019

Non solo dichiarazione dei redditi e tasse da pagare, oggi per i commercialisti ci sono nuove opportunità professionali per ampliare i servizi offerti alla clientela. Tra questi, quello di diffondere la cultura di un corretto e consapevole approccio agli investimenti. Questo nuovo aspetto della professione è stato affrontato nel corso del convegno dal titolo «La gestione del comportamento, come fattore di successo negli investimenti finanziari. Una nuova opportunità per i professionisti e una nuova risorsa per gli imprenditori» . Organizzato nei giorni scorsi dall’ Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Bergamo, in collaborazione con Confindustria Bergamo e Unione dei giovani commercialisti ed esperti contabili di Bergamo, il convegno ha voluto fare il punto su quali siano oggi i nuovi settori di consulenza e le nuove aree di business che possono essere praticate dai commercialisti. «Prima di tutto va sottolineato che non suggeriamo investimenti ha precisato nel suo intervento Stefano Fabbri, commercialista riminese fondatore di My mindMy investment, associazione che tramite corsi e convegni ha lo scopo di diffondere tra i colleghi la cultura di un corretto e consapevole approccio delle persone agli investimenti la nostra consulenza si occupa di dare assistenza e formazione ai nostri clienti investitori sul corretto approccio e comportamento da tenere quando si investe sui mercati finanziari. Non si tratta di indicare quale titolo acquistare, per questo ci sono i gestori di portafogli e i consulenti finanziari titolati, ma di rendere chiari strategie e obiettivi dell’ operazione». Questo nuovo tipo di consulenza che può essere offerta dai commercialisti passa da una rapida infarinatura sui mercati e sugli strumenti della finanza, affinchè il cliente ne capisca la complessità, per arrivare alla definizione dei comportamenti da tenere ad esempio nel caso in cui un titolo in cui si è investito scenda o salga: «Spesso l’ emotività influisce sugli investimenti: la ricerca del guadagno, porta a non monetizzare durante le fasi di crescita nella speranza che questa sia infinita o a episodi di angoscia nei periodi di calo dei mercati ha spiegato Franco Bulgarini, esperto nel settore della finanza comportamentale e presidente di 9dots srl, società che ha sviluppato uno dei metodi operativi e formativi più seguiti È dunque il comportamento dell’ investitore a determinare il successo dell’ investimento, non il mercato. Le basi di finanza sono già insite nella preparazione di un commercialista. Con un corso di fullimmersion di due giorni si possono apprendere tutte le altre conoscenze necessarie a questo tipo di consulenza». I lavori sono stati aperti dai saluti di Simona Bonomelli, presidente Ordine di Bergamo, Aniello Aliberti, presidente Piccola industria di Confindustria Bergamo, Michela Pellicelli, presidente Unione giovani dottori commercialisti ed esperti contabili di Bergamo e Andrea Cortinovis, consigliere dell’ Ordine di Bergamo, delegato della commissione Finanza aziendale.